NARNI - Centro Geografico d'Italia

ENGLISH VERSION

Narni, provincia di Terni, regione Umbria. Altitudine 240 m. s.l.m., abitanti 20570. Centro geografico d'Italia. Tipica città umbra con forti connotazioni medievali. La città domina la gola del fiume Nera. Offre itinerari artistici, archeologici, religiosi e naturalistici. CENNI STORICI: Le prime notizie di Nequinum (questo il suo nome originario) risalgono al 600 a.C. Nel 299 a.C. fu colonia romana col nome di Narnia. Nel 90 a.C. diviene Municipium. Nel 368 vi si insedia il primo Vescovo cristiano, S.Giovenale, divenuto Patrono della città. Nell'XI sec. Narni diviene potente Comune. Fioriscono le Arti ed i Mestieri. Tra il Medioevo ed il Rinascimento operano a Narni artisti come il Rossellino, il Ghirlandaio, Benozzo Gozzoli, il Vecchietta, A. Romano e lo Spagna. Nel 1527 subisce il Sacco dei Lanzichenecchi e molti edifici sono distrutti. Viene poi ricostruita nel XVI secolo ritornando al suo antico splendore. Narni ha dato i natali a uomini illustri, tra cui: l'imperatore Cocceio Nerva, S. Cassio, il condottiero Erasmo il Gattamelata, Galeotto Marzio, la Beata Lucia, Berardo Eroli ed altri.

LA CITTÀ' Numerose sono le testimonianze artistiche, tra cui le CHIESE: la Cattedrale costruita tra il 1000 ed il 1100 fu consacrata nel 1145. Stile romanico, gotico nell'abside, conserva al suo interno uno dei più antichi monumenti sacri umbri: il Sepolcro dei SS. Giovenale e Cassio, con sarcofago del VII secolo e mosaico del IX sec. Altre opere di Rossellino, Vecchietta, Torresani, Agresti e dipinti di vari artisti locali. Chiesa di S.Maria Impensole: del 1175 con tre portali e bei capitelli sulle colonne all'interno (tre navate). I sotterranei ospitano una cripta sorta sui resti di una Domus romana con cisterne. Chiesa di S.Domenico: (sec. XII) già S.Maria maggiore, oggi sede dell'archivio storico e della Biblioteca. Alta torre campanaria, notevole portale all'esterno. Nell'interno a tre navate si trovano resti di pavimento cosmatesco, la Cappella del Gattamelata, un tabernacolo in marmo, affreschi dello Zuccari (1570). Sotto la Chiesa i sotterranei che ospitano una Chiesa più antica con affreschi del XIII secolo, resti romani ed una cella carceraria con graffiti lasciati dai prigionieri dell'Inquisizione. Chiesa di S.Francesco: (XIII sec.) costruita su di un oratorio durante la presenza del Santo a Narni. E' ricca di notevoli affreschi del Mezzastris e del Torresani. Chiesa di S.Agostino: (XIV sec.) conserva un ricco patrimonio d'arte. Soffitto ligneo con tela di F.Benincasa, affreschi di Piermatteo d'Amelia, A. Romano e del Torresani. I PALAZZI: Palazzo dei Priori (1275), con l'arengo e la Loggia attribuita al Gattapone. Il Palazzo Comunale, realizzato nel 1273 dall'unione di tre torri abitative medievali: sulla facciata vari resti di iscrizioni, un portale con bassorilievi e colonnine del '400. Nella sala Consiliare vari affreschi: l'Incoronazione della Vergine (Ghirlandaio), S.Francesco stimmatizzato (Spagna) e l'Annunciazione (B.Gozzoli).Vi si conserva anche una interessante Mummia egizia. Palazzo Scotti del '500 affrescato dagli Zuccari, Palazzo Cardoli del '400, Palazzo Capocaccia del 1545 e la casa natale del Gattamelata. LE TORRI: La città è ricca di Torri, tipiche case medievali, alcune di esse furono abbassate, ma altre spiccano ancora al di sopra dei tetti. La torre del Palazzo dei Priori (XIII sec.), la Torre dei Marzi (XIV sec.) casa natale di Galeotto Marzio, Torre Civica (XIV sec.) ed altre. LE PORTE: Le Porte erano le vie d'accesso alla città medievale attraverso le mura civiche. Porta della Fiera, attribuita al Vignola, Porta Ternana o delle Arvolte, fatta costruire da Sisto V, Porta Romana del 1545, Porta Polella (XIII sec.), Porta Pietra (XIII sec.). Tra i Palazzi, le Chiese e le Torri scorrono le antiche vie medievali, ricche di scalinate, archi e balconcini, caratteristiche urbane più spiccate nella parte "a monte" della città. Attraversando questa parte si giunge alla Rocca Albornoziana (1370 ca.) attribuita ad Ugolino da Monemarte su commissione del Cardinale Albornoz. NEI PRESSI DELLA CITTÀ': Il Ponte d'Augusto (Ponte di Narni) costruito nel 27 a.C. Sopra di esso passava la Via consolare Flaminia. Abbazia di S.Cassiano (XII sec.) Notevole emergenza architettonica e paesaggistica di rimpetto alla città. Centro d'Italia. Ponte Cardona. Acquedotto della Formina. Ponte Cardona, nei cui pressi è stato individuato il centro geografico d'Italia, è un manufatto di età romana e fa parte dell'Acquedotto della Formina, realizzato nel I sec. d.C. da M. C. Nerva. Immerso nel bosco è motivo di una piacevole passeggiata. Speco Francescano: luogo di eremitaggio del Santo fondato nel 1213 a 18 Km. da Narni, immerso nei boschi, ospita affreschi del XIV e XV sec. Chiesa protoromanica di S.Pudenziana (XI sec.) a 10 Km dalla città. Interessante il piccolo portico, l'alta torre campanaria, l'esterno dell'abside. All'interno si conserva il seggio abbaziale in pietra, affreschi del XIII e XIV sec. Chiesa di S.Michele Arcangelo: di stile romanico, costruita in due momenti successivi tra il XII ed il XIV sec. All'interno si possono ammirare alcuni interessanti affreschi.


Torna a casa