Home

uk.gif (951 byte)

Monastero di San Bernardo

ricerche sulla

Chiesa e Monastero

 

Ricerche storiche sulla chiesa ed il Monastero di San Bernardo.

 

Presso l’archivio della diocesi è stato possibile consultare per ora i seguenti libri :

1 libro contabile delle ricevute anni 1711-1712-13-14

2 Eredità Galanti giuseppe morto nel 1834 confessore delle monache ???

3 Ricevute dei salariati delle monache 1730-1777 scudi, baiocchi, quattrini

4 Libro del resoconto della fabbrica del monastero mandati dal Cardinale Sacripante 1716-1724

5 libro delle messe dal 1706 al 1853 anche il Brusoni opera nel 1792

6 Libro delle proprietà possedute dal monastero dal 1567 al 1737

  1. Elenco delle monache del Sacro rosario e della Madonna della Cintola anni 1732 con citazioni tra il 1730 ed il 1836
  2. Libro Memoriale è un teso molto antico dal 1654 al 1703 porta anche citazioni di padre Calasanzio che nel 1619 diviene il padre confessore e guida spirituale del Convento . Le notazioni sono di Lucia Chiara Cardoli Abbadessa del monastero entrata in convento nel 1612 a 8 anni.

 

 

Ci sono ancora da vedere una ventina di altri libri .

 

 

 

 

1 libro contabile delle ricevute anni 1711-1712-1713-1714.

in esso vengono riportate con dovizia di particolari tutte le entrate ed uscite del convento tra le entrate i prodotti della campagna , come olio, mosto, formaggio, legumi e carne di vitello e suina divise per capitolo e descritte in ogni voce con dettaglio dei costi ( si annotano scudi e baiocchi per ogni voce).

Tra le uscite ci sono spese di cappellania da dare a confessori e cappellani, le spese per il salario del fattore e dei suoi garzoni, costi di falciatura , mietitura spese per le stalle , spese per la legna e spese per il vestiario. Ne risulta un quadro molto dettagliato dei costi della vita del 1700.

 

Lo scudo è stata la valuta dello Stato pontificio fino al 1866. Era suddiviso in 100 baiocchi, ognuno di 5 quattrini

2 Eredità Galanti giuseppe morto nel 1834 confessore delle monache ???

è un libro dedicato all’eredità lasciata da questo signore no è di particolare pregio , ma è molto dettagliato nei beni in possesso del defunto.

3 Ricevute dei salariati delle monache 1730-1777 scudi, baiocchi, quattrini

qui vengono riportate tutte le ricevute di pagamento fatte firmare ai lavoratori esterni e si legge bene ogni valore , interessanti le ricevute dati ai fabbri ed ai maniscalchi per la ferratura di buoi e cavalli andrebbe letto meglio.

4 Libro del resoconto della fabbrica del monastero mandati dal Cardinale Sacripante 1716-1724

Questo è un bel libro che contiene un resoconto delle spese per la ristrutturazione del monastero con dei soldi dati dal Cardinale Sacripante 1716-1724 , in esso i referenti del Cardinale annotano tutte le spese per la ristrutturazione della fabbrica del monastero ( soldi dati a Mastro Domenico per calce mattoni, pianelle, legnami, ferri e chiodi , falegnami e segatori, e le spese per le vetrate.

 

5 libro delle messe dal 1706 al 1853 anche il Brusoni opera nel 1792

è un elegante libretto bianco molto bello da vedere stretto e lungo riporta tutte le messe dette per i vari signori dell’epoca ed in particolare per il nobile Francesco Pagani visconti in cui nel libro è riportato anche il testamento del defunto nel 1701.

Un esempio ricorrente è del tipo :

" io sottoscritto confessore ordinario della chiesa di San Bernardo di Narni , attesto di avere celebrato o fatto celebrare 150 messe, per anni 4 dal 1773 al 1776 per il defunto ……. E di aver avuto la rispettiva elemosina . in fede dott. Benedetto Fortini.

Altro esempio letto è relativo al Brusoni in cui si dice:

Io fra Fernando Brusoni certifico di aver detto …messe per ….. in vede Fra Fernando Brusoni anno 1792.

 

6 Libro delle proprietà possedute dal monastero dal 1567 al 1737

questo libro andrebbe letto con maggiore attenzione perché sono riportate tutti gli acquisti e le cessioni di terreni ed immobili fatti a nome del convento e della chiesa di San Bernardo , è un libro molto grande e nero, di buona fattura , in cui si annotano tutte le transizioni e non solo , ad esempio c’è un foglio in cui le monache chiedono di essere rifornite di acqua dell’acquedotto della formina in una data che sembra 1580 (non è chiara) .

Alcuni esempi :

Il 17 maggio 1606 da un certo Francesco di Itieli un pezzo di terra con capanno annesso per scudi 300 .

Nel Agosto 1622 il monastero acquista un pezzo di terra per scudi 150 .

 

 

 

 

7 Elenco delle monache del Sacro rosario e della Madonna della Cintola anni 1732 con citazioni tra il 1730 ed il 1836

Nel grazioso libretto bianco ci sono molte pagine vuote , come era nell’usanza del tempo . Nella prima parte ci sono anche dei foglietti tipografici che ricordano le regole della compagnia del Beato rosario e della compagnia della cintola promossa dagli Agostiniani della chiesa di Sant’Agostino di Narni (madonna della cintola).

Nella prima parte del testo si descrive che nella chiesa c’era una cappella dedicata alla Madonna del rosario ( tutte le aderenti alla compagnia dovevano recitare il rosario almeno un’ora al giorno). In questa cappella nel 1730 fu fatto un quadro che rappresentava San Domenico Santa Caterina da Siena e . Il quadro fu commissionato (o fatto ) da una giovane conversa di nome Suor Agnese Ridolfini, costato dieci scudi e arrivato a Narni il 16 Febbraio 1730, con solenne processione per le vie di Narni e posto nel monastero di clausura. Fu anche fatta una bella cornice in stucco da Innocenzo Risi (costo 7 scudi).

 

Il 23 Maggio 1730 andò in visita al monastero il vescovo di Narni Nicolò Terzago , fu anche fatta una cupola di legno per tale cappella , un nuovo quadretto ed una bella corona in argento per la madonna del Rosario sempre posta in detta cappella. Nel 1750 il padre della Suor Agnese Ridolfini, dona un bellissimo crocefisso che viene posto vicino al coro e all’acquasantiera e le monache lo baciano all’ingresso ed all’uscita della chiesa.

Viene poi descritta la lista delle monache dell’ordine ( vengono citate tutte e sono circa 34 piu’ dieci aggiunte nel 1836).

Nel 1739 nel monastero fu eretto l’altare della madonna di consolazione protettrice dei cinturati. Nello stesso anno fu creata la compagnia della cintura ( molto ambita per le indulgenze fu autorizzata dal Padre Generale dell’ordine di Sant’Agostino). Pardre Candido Marconi priore del Convento di Sant’Agostino andò a San Bernardo. nel 1740 fu eretta la cappella di tale ordine , Per i cinturati si fa anche l’elenco delle sette chiese per acquisire l’indulgenza plenaria.

 

Sul libretto c’è scritto : ( vedi foto )

 

 

 

 

 

 

 

8 Libro Memoriale è un teso molto antico dal 1654 al 1703 porta anche citazioni di padre Calasanzio che nel 1619 diviene il padre confessore e guida spirituale del Convento .

Le notazioni sono di Lucia Chiara Cardoli Abbadessa del monastero entrata in convento nel 1612 a 8 anni.

Contiene le accettazioni delle monache , gli ingressi, e le morti .

Questo libro è molto grande ed inizia con un indice :

De le monache che prendono l’abito religioso pag.1

Notazioni sulle novizie pag.53

Notazioni sui censi che ha il monastero pag. 109

Dello stato del monastero antico pag.332

(questa parte dettaglia anche il rapporto con il Calasanzio abbiamo le foto delle 4 pagine).

Le monache nel 1649 come dice il Vescovo Bucciarelli di Narni , erano 28 e vengono riportati tutti i nomi. Nel 1624 donna Laura Ricci di Collescipoli, fu fatta Badessa con i voti di 21 monache (tutte citate).

Seguono poi anno dopo anno tutte le variazioni sia dei nuovi ingressi che delle morti. Con nomi e brevi descrizioni.

A partire da pagina 332 partono le notazioni di Lucia Chiara Cardoli, Abbadessa del monastero entrata in convento nel 1612 a 8 anni. Anche essa cita tutte le monache che erano presenti quando lei entro’ nel monastero nel 1612 e cita anche diverse sue parenti come zie ed altro. A pagina 335 viene anche descritto il rapporto con padre Calasanzio che venne a Narni nel 1619 e divenne confessore del monastero di San Bernardo.

 

 

 

 

 

 

 


 

n_rocca.gif (40459 byte)
n_rocca.gif (40459 byte)
n_rocca.gif (40459 byte)
n_rocca.gif (40459 byte)


© Narnia site is maintained by fans and is in no way connected to Walden Media,
Walt Disney Pictures, or the C.S. Lewis Estate.
All copyrights are held by their respective owners.
The Narnia italian logo and page design are copyright © 2003-2009.