Home

uk.gif (951 byte)

Asprilio Pacelli

musicista della terra di Narnia

Altro interessante musicista e compositore del territorio narnese, fu Asprilio Pacelli che nato a Vasciano nel 1570,  allora nella diocesi di Narni , si distinse per il suo genio musicale prima a Roma , come maestro di cappella nel Collegio Germanico , e poi di san Pietro. Intorno al 1603 si trasferì a Varsavia dove poi resterà per tutta la vita fino al 1623 anno della sua morte. Il re di Svevia e di Polonia, Sigismondo III, gli dedicò un momunento in marmo nella Chiesa di S.Giovanni di Varsavia.

pacelliMusico.jpg (180669 byte)

 

Le prime notizie su Asprilio Pacelli sono relative al suo apprendistato come puer cantus in Cappella Giulia, a Roma; diviene poi maestro presso la chiesa di S. Maria in Monserrato (da settembre 1589 a settembre 1593) e successivamente alla Chiesa della SS. Trinità dei Pellegrini dal 1594. Maestro di cappella al Collegio Germanico dal 19 maggio 1595, sembra che nel 1601 abbia ricevuto il permesso di allontanarsi per visitare Varsavia[1]. Il 2 marzo 1602 accetta l'incarico di maestro di cappella a S. Pietro, mantenendolo però per poco, perché già il 1º gennaio dell'anno successivo al suo posto è nominato Francesco Soriano. Nel 1603 si trasferisce infatti a Varsavia, raccogliendo l'invito di Sigismondo III a divenire maestro della sua cappella reale, dove il compositore rimarrà, circondato dalla stima generale, sino alla morte. In segno di benevolenza e gratitudine alla sua memoria, il re farà scolpire un busto di marmo (poi distrutto nel 1944) sotto il quale furono incise parole di encomio per la sua arte, erudizione e ingegno, giudicati superiori a quelli di tutti i musicisti contemporanei. La cappella musicale di Sigismondo godeva di grande prestigio e ospitò diversi compositori italiani; prima di Pacelli aveva avuto il medesimo incarico Luca Marenzio e lo avrà nel 1626 Marco Scacchi, allievo di Giovanni Francesco Anerio, a sua volta maestro di cappella presso la stessa corte polacca. L'influsso italiano sulla cultura musicale internazionale era già all'epoca notevole, e quella sede importante contribuì alla sua ulteriore diffusione. Opere [modifica] Musica sacra [modifica]

Motectorum et psalmorum, liber primus, Roma, 1597 Chorici psalmi et motecta, liber primus, Roma, 1599 Psalmi, Magnificat et motecta, Francoforte, 1608 Sacrae cantiones, Venezia, 1608 Bogu w Trójcy jedynemu Swie;temu S'tanis?awowi Patronowi Polskiemu Tablica Obiecana (Canti in onore di S. Stanislao), Kraków, 1611 Missae, Venezia, 1629 20 mottetti, a varie voci in diverse edizioni (1604, 1609, 1612, 1613, 1614, 1617, 1621) 4 canzonette spirituali, 1591 e 1592 Missa de Passione Domini, (attribuita a Pacelli da A. Paszkiewicz) numerosi mottetti e altre opere, in parte perduti

Musica profana

Madrigali libro primo, Venezia, 1601 Madrigali libro secondo, stampati a Francoforte, perduti

Bibliografia 

Mirosaw Perz, Asprilio Pacelli in «New Grove Dictionary»;

Cristina Santarelli, Asprilio Pacelli in «Dizionario Enciclopedico Universale della Musica e dei Musicisti»;

Alberto Cametti, Giovanni Pierluigi da Palestrina, Ed. Ricordi, 1894.

il progetto Pacelli

Asprilio Pacelli contemporaneo dei fratelli Anerio

Pacelli è legato anche alla famiglia Locci

 

 

 


 

n_rocca.gif (40459 byte)
n_rocca.gif (40459 byte)
n_rocca.gif (40459 byte)
n_rocca.gif (40459 byte)


© Narnia site is maintained by fans and is in no way connected to Walden Media,
Walt Disney Pictures, or the C.S. Lewis Estate.
All copyrights are held by their respective owners.
The Narnia italian logo and page design are copyright © 2003-2009.