Home

italy.gif (216 byte)

Aldo Netti eventi 

a Narni 

Rassegna stampa

 

Narni / Sabato 14 settembre 2013 convegno sul Nera e visita alla centrale E.On di Nera Montoro

                     Dopo circa un mese si è conclusa a Narni la mostra sulla industrializzazione lungo il fiume Nera .

La mostra inaugurata con un convegno organizzato da AIPAI , che ha visto un buon successo di pubblico, ha permesso ad oltre un centinaio di studenti delle scuole di Narni di visitare al San Domenico , la mostra composta da oltre una cinquantina di pannelli è stata visibile anche per migliaia di studenti universitari che in questi giorni hanno iniziato le lezioni a Narni presso il San Domenico.



La mostra "Dalla Cascata al Tevere. Immagini, opere e imprese"  rientra nell'ambito della programmazione del progetto "Dal Velino al Nera - L'acqua e gli uomini", organizzata da Aipai ed alcune associazioni locali .
Allestita presso l'Auditorium di San Domenico di Narni, ha visto approdare nei suoi ambienti centinaia di ragazzi delle varie scuole che stanno partecipando con grande entusiasmo. Non solo l'esposizione, ma, ad attirare tanta attenzione, sono anche le presentazioni multimediali che vanno ad arricchire la visita.
 La documentazione ruota intorno soprattutto all'industrializzazione del territorio narnese-ternano, partendo sin dalla storia degli antichi romani, passando per la descrizione del fiume quale mezzo per sviluppare energia e mobilità, per arrivare alle meraviglie paesaggistiche ed architettoniche "visibili e potenziali". A condurre il viaggio all'interno di queste immagini storiche, del passato ed del "possibile futuro" inerenti luoghi quali la Cascata delle Marmore ed il Centro Stifone, il Presidente dell'Associazione ViviNarni Giuseppe Fortunati. Grande esperto di Aldo Netti, ingegnere originario di Stifone che ebbe un ruolo determinante nell'utilizzo della potenza dell'acqua nella produzione di energia elettrica, Fortunati ne  ha illustrato gli eventi che le basi da lui gettate hanno portato: crescita economica e formazione di migliaia di operai e maestranze. Una delle immagini più suggestive, a dimostrazione di ciò, è quella che rappresenta le Gole del Nera, tra acqua e ferrovia che è tanto interessante da essere motivo di varie proposte, tra le quali, quella di un Eco Museo del territorio.

la mostra è stata preceduta dal convegno:
presso il Centro Congressi San Domenico di Narni, il convegno "Il basso Nera un fiume a scarsa pendenza. Piccoli opifici e grandi impianti". Il convegno, che rientra nell'ambito della programmazione del progetto "Dal Velino al Nera -l'acqua e gli uomini", sarà accompagnato in parallelo dall'inaugurazione della Mostra "Dalla Cascata al Tevere. Immagini, opere e imprese" (visitabile fino al 2 ottobre). A seguire il programma della giornata:
-ore 09.30 Saluto del Sindaco Francesco De Rebotti, Presiede: Renato Covino (Università di Perugia, AIPAI)
-ore 10 "Acque manufatti e manifatture nel medioevo narnese" a cura dell'archeologa Flora Scaia
-ore 10.30 "Pietre d’acqua. Di ferriere, molini, officine elettriche e di altre cose. Vocazioni nuove nell'esistenza di Stifone" a cura di Cecilia Battistini e Antonio Italiano (Università di Roma Sapienza, Master PARES)
-ore 11 "Dai conflitti tra grandi e piccoli utenti delle acque ai conflitti tra imprese consumatrici e imprese distributrici di energia elettrica" a cura di Gianni Bovini (AIPAI)
-ore 11.30 "Aldo Netti e le prime centrali idroelettriche di Narni e nella provincia di Terni" a cura del Presidente dell'Associazione ViviNarni Giuseppe Fortunati
-ore 12 "Acqua, energia e industria tra Settecento e Novecento" a cura di Marco Venanzi (ISUC)

-ore 12.30 "Per un ecomuseo del basso Nera" a cura di Gianni Di Mattia dell'Associazione "Il Ponte" e l'architetto Maurizio Leonelli
-ore 13 "Il Nera come generatore di energia e paesaggi" a cura di Roberto Spagnolo (Politecnico di Milano),
-ore 13.30 buffet
-ore 14.30 Visita guidata alla Centrale E.On di Nera Montoro.

http://www.cronache24.it/cultura-e-spettacolo/item/3724-narni---sabato-14-settembre-convegno-sul-nera-e-visita-alla-centrale-eon-di-nera-montoro

Dal mondo dei mulini alla energia Idroelettrica.

 L’incontro si è svolto Martedì 6 Novembre 2012 alle ore 15,30 presso il Centro Sociale di Narni Scalo :

Organizzato dal CENTRO SOCIALE“NARNI SCALO” VIA DELLE ROSE 15, zona parco dei pini.



l’Ing. Giuseppe Fortunati ha illustrato la vita di  Aldo Netti , partendo dalla  sua nascita a Stifone  da una famiglia di mugnai . “Dal mondo dei mulini alla energia Idroelettrica”, questo il titolo del convegno.

Durante l’incontro si è parlato dello sviluppo industriale nelle gole del Nera tra la fine del mille ottocento ed i primi del novecento. Infatti in tale zona , vi erano oltre una decina di mulini che oltre a produrre farina ed olio , utilizzavano la forza motrice del Fiume Nera e delle sorgenti, per tante piccole imprese artigianali, che andavano dalle segherie alle ferriere , per creare anche gualchiere, conce di pelli  ed altre piccole fabbriche.
Tale zona produttiva  fu completamente stravolta dall’ingegno di un figlio di un mugnaio, che nel 1892 utilizzò tra i primi in Italia, la forza dell’acqua per produrre energia elettrica ed avviare così in Umbria un processo di industrializzazione che sarebbe poi cresciuto e durato fino ai nostri giorni
.

L’evento organizzato dal Centro Anziani in collaborazione con Cesvol e l’Associazione ViviNarni , ha visto una buona affluenza di pubblico , molti i dati e le immagini di documenti  relativi alla storia dei mulini delle gole del Nera . Partendo  dai   dati relativi agli statuti del 1371 della città di Narni sull'arte dei Molendini , per poi descrivere la mappa dei mulini di Narni presenti nel 1708 , arrivando alle oltre 15 fabbriche che sorgevano lungo il fiume Nera ai tempi del 1892 , data in cui viene realizzata la prima centrale idroelettrica del centro Italia, realizzata proprio dal mulino del padre di Aldo Netti , che produceva energia elettrica solo la notte , mentre il giorno lavorava regolarmente come mola per il grano e vari cereali.
Sono stati anche presentati due video con documenti originali datati dal 1892 al 1925 e reperiti in vari archivi  tra cui:   l'archivio di Stato di Terni, l'archivio della facoltà di ingegneria di Roma, l'archivio della città di Firenze, l'archivio del Comune di Narni, oltre a molte altre fonti di Perugia, Orvieto , Spoleto , Viterbo e Roma.
L'incontro è stato molto partecipato e sono scaturite ulteriori interessanti notizie sul nostro territorio e la sua prima industrializzazione .


IIIa Giornata Nazionale sulle Miniere

Sabato 28 maggio 2011

Chiesa del Centro Storico di Stifone

Stifone e Narni:

il paesaggio dell’acqua,

del ferro e delle miniere

 

Ore 16,30

Giuseppe Fortunati (Vivinarni), Aldo

Netti, l’industria narnese e la

modernizzazione.

AIPAI – ICSIM – ISPRA
Legambiente Umbria – Gruppo Speleogico UTEC Narni
Con il Patrocinio del Comune di Narni

IIIa Giornata Nazionale delle Miniere
Sabato 28 maggio 2011 ore 15
Stifone e Narni: il paesaggio dell’acqua, del ferro e delle miniere.
Chiesa del Centro Storico di Stifone
Ore 15,00

Saluti del Sindaco di Narni

Introduzione Giornata Nazionale delle Miniere Stefano Ceccarelli

Ore 15,30 – coordina Franco Giustinelli

Renato Covino (Presidente AIPAI, Università di Perugia)

Marco Venanzi (AIPAI Umbria)

L’acqua dei fiumi Nera e Velino e la produzione di energia tra continuità e rotture dal XVIII al XX secolo: dai mulini alle centrali idroelettriche.

Ore 16,00

Gianni Di Mattia (Legambiente Umbria)

Maurizio Leonelli (AIPAI Umbria)

L’acqua del fiume Nera tra Narni Scalo e Stifone e le attività produttive tra XVIII e XX secolo: i mulini, le miniere, la ferriera.

Ore 16,30

Giuseppe Fortunati. (Vivinarni)

Aldo Netti, l’industria narnese e la modernizzazione.

Ore 16,45

Presentazione di un video sui ritrovamenti in una miniera di Stifone

A cura dell’Associazione culturale Domus Octavia

Ore 17,00

Andrea Scatolini (Gruppo Speleologico UTEC Narni)

Le miniere dello Stato pontificio dal 1500 al 1700 in Umbria e a Narni: un’esperienza di archeo-speleologia.

Ore 17,30

visita guidata al borgo di Stifone e alle miniere

(per il gruppo di visita alle miniere si raccomandano scarpe robuste e torcia elettrica)

Ore 18,30

Aperitivo in Piazza al Borgo di Stifone

NARNI – Una giornata dedicata al turismo geologico, alla scoperta dei siti minerari dismessi e alla storia delle attività estrattive: sabato 28 maggio è in arrivo la Terza Giornata Nazionale sulle Miniere. Promossa dalla Provincia, da Icsim (Istituto Superiore di Ricerca Ambientale) e da Apai (Associazione Italiani per il Patrimonio dell’Archeologia Industriale) l’iniziativa si svolge in contemporanea in tutta Italia ed è promossa con l’obiettivo di diffondere il valore e il significato culturale del turismo geologico che offre molti spunti d’interesse come le risorse naturali, il paesaggio, l’arte, l’archeologia, il patrimonio industriale e il ripristino ambientale, la storia e la cultura d’impresa e del lavoro.

La giornata offre, in particolare, un’occasione di approfondimento su siti minerari dismessi e sul tema del recupero della memoria e delle testimonianze di migliaia di lavoratori, operai e tecnici, che sono stati occupati nelle attività estrattive. Questa terza edizione della Giornata Nazionale sulle Minierie è un’iniziativa che vede il coinvolgimento di tutte le principali realtà minerarie italiane che promuoveranno appuntamenti in tutta Italia. In Umbria tre appuntamenti ad hoc, due a Narni e uno a Spoleto.

 

La Fondazione CARIT dedica una giornata di studi su Stifone di Narni

marzo 9, 2010

Il prossimo 19 Marzo, ospiti della prestigiosa Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni, sarà organizzata una giornata di studio su Stifone e le sue acque. Interverrà alla serata la nostra associazione con lo staff scientifico al completo, per trattare i temi che hanno caratterizzato la ricerca e l’esplorazione nell’area di Stifone. Un’occasione da non perdere per capire e comprendere i fenomeni chimici, geologici, paleontologici e biologici che rendono il complesso sorgivo di Stifone unico nel suo genere. Si parlerà anche della nostra speleologia e di come essa può diventare un mezzo di ricerca e non solo un’attività prettamente ludica. Nell’incontro verrà trattatato anche il tema dell’elettricità e di come un pioniere, il geniale ingegnere stifonese Aldo Netti, nei primi del ‘900 riuscì a costruire una centrale idroelettrica a Stifone. A conclusione dell’incontro sarà proiettato il documentario “Il mistero delle acque di Stifone” che è la sistesi dell’attivivtà di ricerca compiuta a Stifone.
Appuntamento dunque a Terni, 19 Marzo ore 17 Sala Convegni Fondazione Carit Corso Tacito 49.

pp

 

 

link a Netti 

 Netti a Spoleto 

mostra a Narni

Netti Storia

 Netti Stampa

Miniere di Stifone

Netti water festival

n_rocca.gif (40459 byte)
n_rocca.gif (40459 byte)
n_rocca.gif (40459 byte)
n_rocca.gif (40459 byte)


© Narnia site is maintained by fans and is in no way connected to Walden Media,
Walt Disney Pictures, or the C.S. Lewis Estate.
All copyrights are held by their respective owners.
The Narnia italian logo and page design are copyright © 2003-2015.